Le ricette di Luca – Carote e daikon con semi

Turisti sì, ma responsabili
26/07/2013
Le ricette di Luca – Farro con lenticchie
28/07/2013

Le ricette di Luca – Carote e daikon con semi

Il ravanello bianco è stato ribattezzato con il nome daikon: un delizioso contorno dalle proprietà digestive, sciogligrassi, diuretiche e depurative. Presenta una forma molto simile a quella della carota, ma il sapore è decisamente più forte e piccante. In medicina popolare, sembra che il daikon rappresenti un toccasana a tutti gli effetti.
Questo è l’ottavo appuntamento con le ricette di Luca, il cuoco della Vacanza Mare 2013 di Tra Terra e Cielo, è di facile preparazione: basta sapere dosare bene gli ingredienti in funzione della grandezza della teglia utilizzata.

Vuoi assaggiare in vacanza la cucina bio macro vegan Luca? Scegli la tua settimana nella Vacanza Mare 2013 di Tra Terra e Cielo a Capalbio, sulla costa toscana.

Ingredienti per 4 persone:

Carote bio: 3
Daikon: 1/3 della sua parte
Porro: 1
Semi misti oleaginosi tritati (girasole, zucca, lino, sesamo): q.b
Semi misti tritati: q.b
Tamari o shoyu: qb

Preparazione:

Tritare finemente il porro, metterlo in un colino e lavarlo, lavare le carote ed il daikon. Ungere con poco olio una padella dal fondo spesso e adagiarvi il porro facendolo stufare a fuoco lento. Tagliare a fiammifero le carote e il daikon e versarli nella padella. Mescolare bene,aggiungere un po’ d’acqua e portarli a cottura. Quando saranno quasi pronti versarvi un po’ di Tamari, mescolare e aggiungere i semi tritati. Servire il tutto caldo e al dente.

(8/continua)

LEGGI LE ALTRE RICETTE:
Bulgur al curry
Bietola con tofu strapazzato
Crema di cannellini
Crema di cavolfiore
Crema pasticcera
La cecina
Cipolle al forno

Luca Camilli cuoco di cucina naturale salutare, dopo tanti anni trascorsi nei ristoranti d’Italia e d’Europa, si è avvicinato con curiosità alla cultura vegetariana e macrobiotica. E’ rimasto affascinato dalla semplicità, dalla bontà e dall’energia degli numerosi alimenti offerti generosamente dalla terra. Ama ricordare che «noi siamo quello che mangiamo».
 

 

TraTerraeCielo
TraTerraeCielo
Abbiamo la convinzione che il cambiamento del pianeta nasca all’interno di ognuno di noi, dall’attenzione che poniamo al cibo che scegliamo, dalla qualità delle relazioni che intratteniamo con il mondo esterno e con noi stessi/e, dal tipo di benessere che ci doniamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *