Le ricette di Luca – Cipolle al forno

Ognissanti o Halloween? – LAP 571
21/07/2013
Un, due, tre… stella! – LAP 572
23/07/2013

Le ricette di Luca – Cipolle al forno

Le cipolle al forno sono un dolce e saporito contorno, ideale per accompagnare ogni tipo di piatto. Se ami quest’ortaggio, non puoi non provare questa specialità. Ecco cosa ti serve e come prepararle.
Non sei curioso di assaggiarla e magari di prepararla con le tue mani? Il piatto proposto con questo settimo appuntamento con le ricette di Luca, il cuoco della Vacanza Mare 2013 di Tra Terra e Cielo, è di facile preparazione: basta sapere dosare bene gli ingredienti in funzione della grandezza della teglia utilizzata.

Vuoi assaggiare in vacanza la cucina bio macro vegan Luca? Scegli la tua settimana nella Vacanza Mare 2013 di Tra Terra e Cielo a Capalbio, sulla costa toscana.

Ingredienti per 4 persone:

Cipolle (preferibilmente rosse) : n. 4
Tamari o Shoyu: q.b.
Carta forno: 1 foglio
Senape: 1 cucchiaio

Preparazione:

Portare il forno a 180 gradi, pelare, tagliare sottilmente la base e la cima delle cipolle e dividerle in 2, in modo che possano stare ferme sul piano. Cuocerle per circa mezz’ora sino a che la parte interiore diventi morbida. A cottura ultimata versare sopra ogni cipolla un cucchiaio di salsa di soia. Posizionare nel piatto e completare con la salsa di soia.

(7/continua)

LEGGI LE ALTRE RICETTE:
Bulgur al curry
Bietola con tofu strapazzato
Crema di cannellini
Crema di cavolfiore
Crema pasticcera
La cecina
 

Luca Camilli cuoco di cucina naturale salutare, dopo tanti anni trascorsi nei ristoranti d’Italia e d’Europa, si è avvicinato con curiosità alla cultura vegetariana e macrobiotica. E’ rimasto affascinato dalla semplicità, dalla bontà e dall’energia degli numerosi alimenti offerti generosamente dalla terra. Ama ricordare che «noi siamo quello che mangiamo».
 

 

TraTerraeCielo
TraTerraeCielo
Abbiamo la convinzione che il cambiamento del pianeta nasca all’interno di ognuno di noi, dall’attenzione che poniamo al cibo che scegliamo, dalla qualità delle relazioni che intratteniamo con il mondo esterno e con noi stessi/e, dal tipo di benessere che ci doniamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *