Le ricette di Luca – Crema pasticcera

Rifugio Isera, le 10 immagini più insolite
07/07/2013
Le Vie dei Canti, tutta un’altra storia
14/07/2013

Le ricette di Luca – Crema pasticcera

Tutti la conoscono e tutti la desiderano. La crema pasticcera è la protagonista di questo quinto appuntamento con le ricette di Luca, il cuoco della Vacanza Mare 2013 di Tra Terra e Cielo. Conosciuta a tutte le latitudini, viene servita come dolce al cucchiaio oppure utilizzata per la farcitura di torte, bignè e tanti altri prodotti di pasticceria. Se hai voglia di cimentarti con le basi della pasticceria, questa crema è un buon punto dal quale partire. E allora, che aspetti?

Vuoi assaggiare in vacanza la cucina bio macro vegan Luca? Scegli la tua settimana nella Vacanza Mare 2013 di Tra Terra e Cielo a Capalbio, sulla costa toscana.

Ingredienti per 4 persone:

Latte soia o riso: 500 ml
Amido di mais: 150 gr
Stecca vaniglia: 1
Scorza di limone: 1
Sciroppo d’acero: 100 ml

Preparazione:

Versare in un bicchiere da minipimer 150 ml di latte, l’amido di mais,lo sciroppo di acero e mescolare bene facendo sciogliere il  tutto. Versare il restante latte in un pentolino dal fondo spesso, aggiungere la stecca di vaniglia , la scorza di limone e portarlo a bollore.
A questo punto togliere la stecca di vaniglia, raschiarla bene con un coltellino e mettere la polpa nel latte.
Aggiungere il contenuto del bicchiere nel pentolino e aiutandosi con una frusta amalgamare bene il composto.
Abbiamo cosi ottenuto una crema per farcire una crostata, un pan di spagna o per essere gustata fresca.

(5/continua)

LEGGI LE ALTRE RICETTE:
Bulgur al curry
Bietola con tofu strapazzato
Crema di cannellini
Crema di cavolfiore
 

Luca Camilli cuoco di cucina naturale salutare, dopo tanti anni trascorsi nei ristoranti d’Italia e d’Europa, si è avvicinato con curiosità alla cultura vegetariana e macrobiotica. E’ rimasto affascinato dalla semplicità, dalla bontà e dall’energia degli numerosi alimenti offerti generosamente dalla terra. Ama ricordare che «noi siamo quello che mangiamo».

TraTerraeCielo
TraTerraeCielo
Abbiamo la convinzione che il cambiamento del pianeta nasca all’interno di ognuno di noi, dall’attenzione che poniamo al cibo che scegliamo, dalla qualità delle relazioni che intratteniamo con il mondo esterno e con noi stessi/e, dal tipo di benessere che ci doniamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *