Come difendersi a tavola dal coronavirus

viaggi a piedi
Viaggi a piedi sospesi fino al 2 giugno
10/03/2020
Ci vediamo al mare?
16/10/2020

Come difendersi a tavola dal coronavirus

In questi giorni molte persone mi scrivono per chiedermi se è possibile fare qualcosa nel campo dell’alimentazione per proteggersi dal Coronavirus.

La risposta è si! L’alimentazione può incidere molto sul nostro “terreno”, rinforzandolo oppure indebolendolo. In particolare possiamo lavorare per rinforzare il sistema immunitario, migliorare la flora batterica intestinale e potenziare le vie respiratorie: le tre più importanti difese dai virus.

Come sappiamo, non tutti si ammalano quando entrano in contatto con un virus. Cosa fa la differenza? Il terreno! Per “terreno” si intende la condizione di base del nostro organismo, che può predisporre o meno alla nascita di malattie oppure alle infezioni di ogni genere e tipo. Se rinforziamo il terreno, siamo più forti, il nostro sistema immunitario è più forte e sarà più difficile ammalarsi o prendere un qualsiasi virus in circolazione.

L’alimentazione gioca un ruolo importantissimo nella creazione di un terreno debole o forte.

In generale possiamo distinguere cibi che possono creare un terreno debole e cibi che creano un terreno forte. Vedremo poi nello specifico, alimenti “strategici” per proteggerci dalle infezioni, quindi anche dai virus.

Alimenti che (soprattutto se usati in eccesso) possono indebolire il terreno:

  • Salumi
  • Carni di ogni tipo
  • Latticini
  • Zucchero
  • Farine raffinate
  • Alcol
  • Caffè
  • Frutta tropicale

Alimenti base che rinforzano il terreno:

Creare uno stile alimentare fondato principalmente sui cibi che rinforzano il terreno, utilizzando solo occasionalmente (o mai) quelli problematici che possono indebolirlo, è un buon sistema, alla portata di tutti, per ridurre la probabilità di ammalarsi o contrarre infezioni.

Ci sono poi alimenti speciali, con particolari proprietà, che possono migliorare ulteriormente la situazione, lavorando nello specifico sul sistema immunitario, sulla flora batterica intestinale e sulle vie respiratorie.

Funghi shitake

Il fungo shitake, usato nella micoterapia (la medicina che usa i funghi medicinali a scopo curativo), è un potente immunostimolante. Possiamo usarne uno a persona diverse volte a settimana, nelle zuppe, nelle minestre, ecc.

Lo trovi nei negozi del naturale oppure sul web, ad esempio qui.

Prugna umeboshi

Questa particolare prugna/albicocca ha mostrato interessanti effetti antibatterci e antrivirali. Va usata in piccole dosi però perchè è salata. Possiamo utilizzare ad esempio la purea di umeboshi per salare i cereali, oppure preparare deliziose salsine da condimento (come questa o questa), oppure scioglierne un mezzo cucchiaino in una bottiglia d’acqua e berla durante il giorno. Possiamo usare anche l’acidulato di umbeboshi per condire verdure cotte e crude (è salato e acidulo).

Li trovi entrambi nei negozi del naturale oppure sul web, ad esempio qui e qui.

Miso e Natto

Si tratta di due fermentati della soia, molto utili per migliorare la salute dell’intestino. Il nostro intestino influenza il sistema immunitario!

Il miso si usa per salare e insaporire le minestre. Il natto si può aggiungere alle minestre o mangiare direttamente, solitamente mescolato a lungo con cipollotto fresco.

Il miso è molto facile da trovare nei vari negozi del naturale oppure si trova sul web, qui ad esempio. Il natto invece è più difficile da trovare. Chi vive nelle grandi città può trovarlo nei negozi di alimenti asiatici. Oppure è possibile ordinarlo  qui, ma con costi di spedizione alti perchè è congelato. In alternativa puoi imparare a produrlo a casa! Vederemo come si fa al corso di auto produzione che terrò a Cesena con Roberto Marrocchesi il 21 marzo. Qui tutte le info.

Kuzu

Il kuzu è un amido che rinforza tutto il tubo digerente, in particolare per rinforzare e riequilibrare un intestino debole, infiammato o in disbiosi. E’ utile anche per abbassare la febbre o tenerla sotto controllo (così preveniamo anche le complicanze in caso di contagio). Molto efficace la bevanda di kuzu e umeobshi.

Puoi trovare il kuzu nei negozi del naturale oppure sul web, ad esempio qui.

Verdure fermentate

La fermentazione lattica produce batteri buoni che aiutano la nostra flora batterica intestinale. Si possono produrre a casa molto facilmente. Qui la ricetta. In alternativa si possono comprare i crauti, ma NON pastorizzati se vogliamo che conservino i batteri.

Radice di loto

La radice di loto rinforza le vie respiratorie. E’ quindi utile per rendere più efficace la naturale capacità delle nostre vie respiratorie di eliminare i virus con cui entrano in contatto e di renderle più resistenti alle infezioni (ad eventuali complicanze come la polmonite ad esempio, non solo al diretto contagio del virus).

Si compra facilmente essiccata e se ne usano 3-4 rondelle in minestre, zuppe, ecc. Si usa anche per un rimedio macrobiotico mucolitico in caso di tosse grassa, sinusite, otite, raffreddore, che trovi qui, insieme ad altre informazioni sulle proprietà della radice di loto.

Si trova nei negozi del naturale oppure sul web qui.

Alghe

Le alghe sono immuno-modulanti naturali e ci aiutano a disintossicarci, in particolare dai metalli pesanti, che danneggiano il sistema immunitario.

Possiamo aggiungere un pezzetto di 5 cm di alga wakame nelle zuppe, minestre, ecc. e di alga kombu per la cottura dei legumi. Ci sono poi altre alghe che possiamo usare in cucina in vari modi come l’alga nori o l’arame. Sul blog trovi alcune ricette, come il delizioso patè d’alghe e le alghe arame con verdure dolci.

Puoi trovare le alghe nei negozi del naturale oppure sul web ad esempio qui la wakamequi la kombuqui la noriqui la arame.

Il troppo stroppia!

Per ciò che riguarda questi ingredienti speciali, non dobbiamo pensare che ” se un po’ fa bene allora tanto fa meglio”, finendo per abusarne. L’equilibrio è la chiave. Piccole quantità tutti i giorni, senza esagerare.

Riassumendo

Per aiutare il sistema immunitario:

Per migliorare la flora batterica intestinale:

Per rinforzare l’apparato respiratorio:

  • Radice di loto

Ultimo consiglio: vitamina D e attività fisica!

E’ importante controllare i valori della vitamina D e se carente, farsi prescrivere dal medico un integratore. La vitamina D è essenziale per un sistema immunitario forte.

Anche l’attività fisica quotidiana o molto frequente, è essenziale per potenziare il sistema immunitario!

Come difendersi al di fuori dell’alimentazione

  • Divertirsi, ridere! Per rinforzare il nostro sistema immunitario. Se al contrario ci lasciamo spaventare e viviamo con l’ansia, le difese si abbassano.
  • Passare del tempo all’aperto.
  • Ignorare le notizie allarmistiche di tg e giornali.
  • Dormire almeno 7 ore.
  • Abolire i vizi: alcol, caffè, tabacco.
  • Ridurre l’esposizione alle onde elettromagnetiche, quindi ridurre l’uso del cellulare, dei vari apparecchi elettronici, ecc.
  • Evitare il microonde.
  • Per chi vive nelle grandi città e in particolare per chi deve frequentare luoghi molto affollati, è utile fare un lavaggio nasale salino oppure usare spray nasali naturali, una volta rientrati a casa e magari anche un gargarismo (con prodotti naturali, del propoli ad esempio, o l’estratto di semi di pompelmo).  Alcuni di questi spray nasali possono essere utili anche prima di uscire di casa, per aiutare a proteggere le mucose e aiutarle a liberarsi dai virus (le nostre mucose lo sanno fare!).

Dealma Franceschetti

fonte: https://www.laviamacrobiotica.it/come-difendersi-a-tavola-dal-coronavirus/

TraTerraeCielo
TraTerraeCielo
Abbiamo la convinzione che il cambiamento del pianeta nasca all’interno di ognuno di noi, dall’attenzione che poniamo al cibo che scegliamo, dalla qualità delle relazioni che intratteniamo con il mondo esterno e con noi stessi/e, dal tipo di benessere che ci doniamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *