Il paradiso dietro casa | Parco del Fiume Ticino 30 gen – 1 feb 2015

Appuntamenti gennaio 2015 | L’Appuntalapis V
06/01/2015
Je suis Charlie | Tutta la storia di Charlie Hebdo (raccontata dai francesi)
08/01/2015

Il paradiso dietro casa | Parco del Fiume Ticino 30 gen – 1 feb 2015

Sulla via delle Cicogne
Parco del Fiume Ticino
30 gen – 1 feb 2015


Bastano 3 giorni e spostarsi per pochi chilometri per scoprire un nuovo mondo. Questo è un viaggio a piedi negli angoli meno conosciuti del Parco lombardo della Valle del Ticino, proclamato dall’Unesco Riserva della Biosfera di interesse mondiale. Una natura tutta da scoprire a due passi dalle città di Milano e Pavia. Piccoli borghi contadini del pavese, sorti lungo le antiche vie di commercio, si alternano ai campi coltivati a riso, mentre il fiume, con la sua corona di boschi, scende in mille meandri azzurri verso Pavia e oltre.

Lo sai che in Italia ci sono solo 9 Riserve della Biosfera tutelate dall’Unesco? Oltre alla Valle del Ticino (2002), ci sono Collemeluccio-Montedimezzo (1977), Circeo (1977), Miramare (1979), Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano (1997), Somma-Vesuvio e Miglio d’Oro (1997), Parco nazionale Arcipelago Toscano (2003), Selva Pisana (2004), Monviso (2013).

Non solo natura: girando a piedi per il Parco si può andare alla scoperta di monumenti ed edifici storici, come il ponte coperto di Pavia, il ponte di barche di Bereguardo e la Sforzesca di Ludovico il Moro.

La guida Flavia Caironi dice che “per scoprire posti meravigliosi non c’è bisogno di andare lontano: la natura è vicino casa“.

Il poeta Francesco Petrarca dice che “verso il Po s’affretta il Ticino … e le due rive congiunte da stupendo ponte marmoreo col rapido moto dei flutti suoi rallegra e avviva“.

TraTerraeCielo
TraTerraeCielo
Abbiamo la convinzione che il cambiamento del pianeta nasca all’interno di ognuno di noi, dall’attenzione che poniamo al cibo che scegliamo, dalla qualità delle relazioni che intratteniamo con il mondo esterno e con noi stessi/e, dal tipo di benessere che ci doniamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *