In viaggio sul sofà
13/07/2014
Le ricette dell’estate 2014 di Luca – Zuppetta d’orzo con zenzero
15/07/2014

In cammino verso l’Est


Per Paolo Rumiz, viaggiatore e scrittore triestino, andare verso est “è una direzione mentale insopprimibile“. Indirizzando verso Oriente l’ago della bussola, ci racconta, “aumentano gli incontri e la dimensione umana“. La Dalmazia, la Puglia, le isole del Mediterraneo orientale: “La complessità di questo mondo non è paragonabile alla vita in Germania o in Francia”. Tutto è più vivo, vibrante, misterioso. E forse più reale.
Ci sono ragioni innate che ci spingono a camminare verso est. Alcune volte può essere il maggior numero di imprevisti, altre volte il bisogno di vedere e provare nuovi ritmi di vita e sorprendenti modi di fare. Più spesso perché a Oriente nasce sempre un nuovo giorno.
Di certo per andare verso Lubiana, un po’ slava e un po’ austriaca, o per raggiungere Yerevan, laddove l’impero romano aveva tracciato il suo confine, c’è sempre un motivo. Non occorre trovarlo subito. O almeno, non prima di mettersi in cammino: tornato dal viaggio la risposta arriverà.

Le Vie dei Canti ti propongono 6 viaggi a piedi, 3 più vicini, in Italia, e 3 più lontani, all’estero.
Puoi camminare lungo le trincee e gli avamposti del Monte Pasubio dove i nostri nonni hanno combattuto la Grande Guerra; conoscere i magici Monti Sibillini, tanto leggendari quanto sconosciuta per gli italiani. O farti accogliere dal calore del Salento, tra antiche masserie e ulivi ultrasecolari, dove il bello abbonda!
Se vuoi spingerti un po’ più in là c’è l’Armenia, tra le montagne del Caucaso, a una manciata di ore di volo dall’Italia, e – per camminatori esperti – c’è la Slovenia del Triglav National Park. Circumnavigare l’isola di Corfù, poi, ci permette di indossare gli abiti di moderni capitani di vascelli.

MONTE PASUBIO
MONTI SIBILLINI
SALENTO

ARMENIA
SLOVENIA
ALBANIA E CORFU’

MONTE PASUBIO

Le Piccole Dolomiti e la Grande Guerra

ma 5 – do 10 agosto 2014

LEGGI LA SCHEDA COMPLETA DEL VIAGGIO

Un viaggio a piedi e un racconto lungo il cammino della storia della Grande Guerra. C’è la guida che porta nelle trincee e nei camminamenti, negli avamposti e nei piccoli forti del Monte Pasubio, in Trentino Alto Adige. E ci sono i testi attraverso cui completare la conoscenza della vita dei soldati al fronte. Tante storie, le lettere, la corrispondenza tra marito e moglie ci conducono laddove i segni della guerra ci sono ancora. Con Michele Sbrana.

MONTI SIBILLINI

Magiche Marche

lu 15 – sa 20 settembre 2014

LEGGI LA SCHEDA COMPLETA DEL VIAGGIO

Pochi sentieri, pochi turisti e grandi spazi. Questi sono i Sibillini; un ambiente incontaminato in cui non è raro vedere lupi, orsi e i camosci d’Abruzzo. Camminiamo nei luoghi più suggestivi dei Sibillini: i laghi di Pilato, il monte Redentore, lo Scoglio del Diavolo e poi la Sibilla e la sua enigmatica magia. Concludiamo a Castelluccio, piccola perla che domina l’omonima piana. Con Flaviano Bianchini.

SALENTO

Mare e dune, grotte e pescatori

do 21 – ve 26 settembre 2014

LEGGI LA SCHEDA COMPLETA DEL VIAGGIO

Lungo la costa jonica, tra natura e mare, dune e scogliere. Nel cammino si attraversano parchi naturali dal paesaggio vario e ricco, dove l’elemento liquido (acqua dolce, di mare, di falda) ci accompagna colorando le nostre tappe. Ogni area ha perciò un sapore particolare: il pesce appena pescato dai pescatori, la pasta fatta in casa, i formaggi di masseria, il pasticciotto, l’olio di cellina e il Negramaro. Con Totò Inguscio.

ARMENIA

Montagne e monasteri

gi 31 luglio – sa 9 agosto 2014

LEGGI LA SCHEDA COMPLETA DEL VIAGGIO

Risaliamo dal Lago Sevan, parco nazionale, fino ai 3.600 metri dei vulcani spenti di Spitakasar e Azhdahag incontrando laghi vulcanici e antiche incisioni rupestri per scendere infine al monastero di Gerhard scavato nella roccia. Nella capitale, prima e dopo il cammino, ci aspettano monumenti, musei, biblioteche e il ricordo dell’olocausto armeno. Con Leonardo Paleari.

SLOVENIA

Il Tricorno delle Alpi Giulie

ma 12 – do 17 agosto 2014

LEGGI LA SCHEDA COMPLETA DEL VIAGGIO

In uno dei parchi nazionali più grandi d’Europa, arriviamo fino a 2.864 m in vetta al Triglav. Tornando a valle non dimentichiamo Slap Savica, la doppia cascata, sorgente della Sava Bohinjka che prorompe dalla parete del Komarca. Da Tarvisio ci trasferiamo insieme prima a Kranjska Gora e poi a Lepena e da qui a piedi per montagne e valli fino al Lago di Bohinj. Con Iztok Butinar.

ALBANIA E CORFU’

Velatrek

ve 29 agosto – ve 5 settembre 2014

LEGGI LA SCHEDA COMPLETA DEL VIAGGIO

Circumnavighiamo l’isola di Corfù, fondata dalla misteriosa tribù illirica dei Liburni, e indentificata nell’Odissea come l’Isola dei Feaci. Oggi Kerkyra ci accoglie con i suoi sentieri sassosi tra un paese e un porto, la vegetazione bassa tipicamente a macchia e le distese di olivi, i colori profondi del blu marino e il bianco delle nuvole ioniche. Approdiamo infine in Albania, a Saranda, dove tra baie di spiaggia dorata e acqua cristallina trovano spazio le rovine di Butrinto, sito archeologico patrimonio Unesco, la cui storia ci racconta di colonie romane e greche dell’Epiro indietro fino ai tempi della fuga di Enea da Troia in fiamme. Con Matteo Zamboni.

TraTerraeCielo
TraTerraeCielo
Abbiamo la convinzione che il cambiamento del pianeta nasca all’interno di ognuno di noi, dall’attenzione che poniamo al cibo che scegliamo, dalla qualità delle relazioni che intratteniamo con il mondo esterno e con noi stessi/e, dal tipo di benessere che ci doniamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *