Capodanno 2014, rimani nella tua Italia

Pasqua dolce Pasqua – LAP 595
13/11/2013
Pic&Nic – LAP 597
15/11/2013

Capodanno 2014, rimani nella tua Italia

Per andare da un posto all’altro devi camminare. O, al massimo, puoi ciaspolare. In tutti i casi l’inseparabile compagno di viaggio, accanto alle gambe, è lo sguardo. Intendiamoci bene, non gli occhi, ma il modo di guardare. Meglio se affamato e dondolante, capace di oltrepassare i confini reali e accogliere le diversità, incontrare gli altri e accontentare la sete di conoscenza.

Dalla morbida neve della Val Maira ai facili sentieri della Puglia, dalle strade segrete attorno al lago di Bolsena ai percorsi di montagna della Toscana. I 4 viaggi italiani di Capodanno delle Vie dei Canti sono 4 proposte di cambiamento. Non solo dei ritmi e delle abitudini di tutti i giorni, dei profumi e dei colori, della terra calpestata e delle voci ascoltate. Ma del modo di guardare la vita: più leggero, più piacevole, più appagato, più sognante. Purché non si dimentichi a casa il giusto sguardo.

Umbria/Lazio – Capodanno… intorno al lago
28 dicembre 2013 – 2 gennaio 2014

Per qualcuno è questo il Lazio più autentico, quello dei percorsi esursionisitici, del tramonto sul lago di Bolsena, dei borghi tipici di Montefiascone e Capodimonte e del Sentiero dei Briganti. Troppo presto, però, per concedersi un bagno: torneremo in estate. Percorriamo l’antica Via Francigena dal Lago di Bolsena alla città di Orvieto, fra una natura che domina incontrastata e i preziosi tesori delle tante civiltà nate sulle sponde del lago vulcanico più grande d’Europa. Come pellegrini di un tempo percorriamo mulattiere e strade romane ancora con tratti pavimentati, gli antichi basolati, e ci incamminamo per sentieri nascosti tra boschi e rocce. I guadi dei ruscelli rendono dinamico e divertente il viaggio a piedi.

GUARDA LA GALLERY

Piemonte – Val Maira, camminando sulla neve
30 dicembre 2013 – 4 gennaio 2014

In inverno la Val Maira è un sogno. Camminatore in più, camminatore in meno, incontriamo lo stesso numero di persone della Groenlandia. Immaginiamoci in cammino con le ciaspole, sulla neve, in mezzo al silenzio della natura vivida e parlante. Le passeggiate senza racchette ci conducono alla scoperta di chiese, santuari e antichi borghi in pietra con le loro storie e l’arte della valle. Conosciamo la cultura occitana e ammiriamo le curiose formazioni geologiche. L’arrivederci, infine, sarà dolce nelle gustose pasticcerie di Dronero.

GUARDA LA GALLERY

 

Puglia – L’alba dei popoli in terra d’Otranto
2 – 7 gennaio 2014 (II gruppo)

Se ci si sveglia prima dell’alba, la ricompensa è un orizzonte speciale con il sole che spunta dall’altra parte del Canale, sopra le terre a Oriente. Sì, perché la prima alba dell’anno in Italia sorge a Punta Palascia. Siamo vicini ai Balcani e due sponde diverse dello stesso mare si destano in contemporanea. Nel segno dell’incontro fra due popoli si sviluppa il viaggio a piedi da Torre Sant’Andrea fino ai ruderi silenziosi dell’Abbazia di San Nicola di Casole nel cuore del Salento, passando per la Valle dell’Idro con i suoi segreti millenari custoditi da cripte e affreschi e la Valle dei Cervi a Porto Badisco con le sue pitture preistoriche. Sapori tipici, agriturismi e masserie completano il viaggio nel tempo.

GUARDA LA GALLERY

Toscana – Vivere insieme
e condividere il quotidiano
dire, fare, baciare, camminare, cucinare
20 dicembre 2013 – 6 gennaio 2014

Il Rifugio Isera si apre per una breve o lunga vacanza tra Natale e Befana con minicorsi di Cucina, Tessitura primitiva, Costruzione di Strumenti Musicali, Impariamo a Camminare. In un piccolo rifugio montano, a 1.200 metri di quota, puoi passare qualche giorno di vacanza-vacanza con cibo buono, bio e vegano, oppure camminare lungo i Sentieri Airone, imparare a cucinare, tessere una sciarpa, costruire una Kalimba …
Il programma è pronto. Tu sei pronto? Ti aspettiamo. Possibilità di alloggio in albergo a 5 km dal Rifugio.

GUARDA LA GALLERY

(ringraziamo David Petretti, autore della foto di apertura di questo articolo)
 

www.viedeicanti.it

TraTerraeCielo
TraTerraeCielo
Abbiamo la convinzione che il cambiamento del pianeta nasca all’interno di ognuno di noi, dall’attenzione che poniamo al cibo che scegliamo, dalla qualità delle relazioni che intratteniamo con il mondo esterno e con noi stessi/e, dal tipo di benessere che ci doniamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *