I miei viaggi dalla cima dell’Italia

CamminAmare Basilicata, tappa 15
26/10/2011
CamminAmare Basilicata XVI tappa
27/10/2011

I miei viaggi dalla cima dell’Italia

Lo avevamo lasciato circa un anno fa sospeso fra i piacevoli ricordi dei primissimi viaggi con Tra Terra e Cielo (“fantastica esperienza all’insegna del più rigoroso macrobiotico”) e la conduzione di un’azienda agricola e apistica (“che soddisfazione vedere le api che si svegliano ed escono da una mia arnia”). Nel mezzo l’esperienza di guida ambientale. E se allora si augurava che i viaggi a piedi andassero al di là di “un pubblico di nicchia”, oggi rivela che la passione per il cammino è così travolgente a tal punto che, “se avessi più tempo”, la coltiverebbe in tutte le stagioni. Le proposte di Sergio Giovannoni, guida Vie dei Canti, sono 3: una nei primi giorni dell’estate ai piedi del Cervino, un’altra al suo termine in Val Grande e una terza in pieno autunno in Valle d'Aosta. Il prossimo anno lo vedremo sulla Via Francigena e sul Gran Paradiso.
Quanta importanza riveste nei tuoi viaggi l’aspetto gastronomico?
Direi abbastanza ma non è determinante. In termini di valutazione numerica 4 punti su 10”.
Qual è il periodo che preferisci per viaggiare a piedi?
Tutto l’anno. Se potessi viaggerei in tutte le stagioni”.
In cosa consiste la sagra del miele e dei suoi derivati che visiterete nel corso del viaggio?
E’ uno degli appuntamenti più rilevanti. Non solo sono presenti moltissimi espositori con i loro prodotti, ma sono previste anche molte manifestazioni. Una su tutte è il concorso annuale sui mieli. Ma nel calendario degli eventi ci sono anche iniziative per i bambini, una mostra a tema, il museo sulle vecchie attrezzature, alcune visite ai centri di interesse della cittadina di Chatillon, come i suoi castelli, il parco secolare, le aziende artigiane e gli atelier degli artisti”.
Preferisci i viaggi brevi di due o tre giorni o quelli più lunghi?
Di certo quelli più lunghi ma a volte non ho il tempo per proporli o anche solo per farli”.
Qual è l’attrezzatura ideale per un camminatore?
E’ un difficile compromesso fra completezza e peso. Ogni viaggio va ponderato e bisogna mettere nello zaino solo ciò che serve. O poco più”.
Perché partecipare a un viaggio a piedi in piccolo gruppo nei boschi e nei villaggi alpini della Valle d’Aosta?
Semplicemente perché è un’avventura unica e stupenda”.
E’ di questi giorni l’iniziativa Basilicata Coast to Coast ovvero il viaggio a piedi di 5 camminatori sulle tracce del film. Ci sarai?
Sinceramente non ci ho pensato sia per mancanza di tempo e sia perché non ho ancora avuto l’occasione di vedere il film”.
 
TraTerraeCielo
TraTerraeCielo
Abbiamo la convinzione che il cambiamento del pianeta nasca all’interno di ognuno di noi, dall’attenzione che poniamo al cibo che scegliamo, dalla qualità delle relazioni che intratteniamo con il mondo esterno e con noi stessi/e, dal tipo di benessere che ci doniamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *