Capodanno 2015 intorno al Lago di Bolsena

24 ottobre immagini
24/10/2014
Capodanno 2015 in Puglia per vedere la prima alba dell’anno
26/10/2014

Capodanno 2015 intorno al Lago di Bolsena


Foto di David Petretti

Per qualcuno è questo il Lazio più autentico, quello dei percorsi esursionistici, del tramonto sul lago di Bolsena, dei borghi tipici di Montefiascone e Capodimonte e del Sentiero dei Briganti. Troppo presto, però, per concedersi un bagno: torneremo in estate. Percorriamo l’antica Via Francigena dal Lago di Bolsena alla città di Orvieto, fra una natura che domina incontrastata e i preziosi tesori delle tante civiltà nate sulle sponde del lago vulcanico più grande d’Europa. Come pellegrini di un tempo percorriamo mulattiere e strade romane ancora con tratti pavimentati, gli antichi basolati, e ci incamminiamo per sentieri nascosti tra boschi e rocce. I guadi dei ruscelli rendono dinamico e divertente il viaggio a piedi.
 

LA SCHEDA DEL VIAGGIO

 

La guida Pietro Labate dice che…

viaggiamo in senso antiorario intorno al lago vulcanico più grande d’Europa e lungo sentieri poco battuti. E poi, dettaglio non di poco conto, calpestiamo poco asfalto. A chi consiglio questo viaggio? A chi vuole iniziare a camminare. La proposta è semplice e adatta a tutti.

 

IL CAMMINO CON LE VIE DEI CANTI
29 dicembre 2014 – 4 gennaio 2015

Il lago di Bolsena è il più grande bacino vulcanico d’Europa, le sue limpide acque ancora oggi sono potabili, molte specie animali vi trovano rifugio. Dalla preistoria agli etruschi fino al Rinascimento lungo le sue sponde, i popoli hanno lasciato preziosissimi reperti e monumenti ricchi di fascino. La natura domina ancora incontrastata il cratere della cinta vulcanica, le attività tradizionali vivono nelle sue operose genti. Il cammino ci porterà ogni giorno in un piccolo mondo antico e vivo fino ai nuovi giorni del 2015.

LE STORIE CHE TI ASPETTANO

  • Storie di santi, di miracoli e di briganti, come quella di Domenico Tiburzi, considerato il Robin Hood della Tuscia;
  •  
  • Le isolette Martana e Bisentina, abitate dai fantasmi;
  •  
  • Pescatori che pescano con barche come quelle degli etruschi;
  •  
  • La Via Francigena;
  •  
  • Johannes Defuk e l’Est! Est!! Est!!!, vino di Montefiascone;
  •  
  • Il Duomo di Orvieto e la Basilica di Montefiascone, terza cupola d’Italia.

 

Sulle sponde del Lago

Qui si pesca come un tempo

L’immancabile foto di gruppo

Come pellegrini di una volta

Preziosi reperti e monumenti lungo il cammino

 

www.viedeicanti.it

 

I viaggi a piedi delle Vie dei Canti…

sono in piccoli gruppi con zaino in spalla, attraverso paesi e paesaggi italiani ed esteri.
Ogni proposta è sempre nuova: oltre al luogo cambiano il tempo atmosferico, i compagni di viaggio e le storie della guida.

Sono viaggi…

in piccolo gruppo, fino a 16 persone;
che alimentano l’economia locale, nella scelta del cibo, dell’alloggio, del trasporto pubblico;
per tutti o quasi, anche se a volte impegnativi;
in strutture come agriturismi, B&B, conventi, alberghetti gestiti dagli abitanti del luogo;
dove il cibo è locale, anche vegetariano su richiesta;
non ideologici, che ammettono l’eccezione a tutti i punti elencati.

 

 

TraTerraeCielo
TraTerraeCielo
Abbiamo la convinzione che il cambiamento del pianeta nasca all’interno di ognuno di noi, dall’attenzione che poniamo al cibo che scegliamo, dalla qualità delle relazioni che intratteniamo con il mondo esterno e con noi stessi/e, dal tipo di benessere che ci doniamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *