Claudio Sabelli Fioretti: il cammino? È come un’ipnosi
03/03/2013
Turismo responsabile, cosa facciamo in Italia?
05/03/2013

Rallenta, è Pasqua

La Toscana delle città gioiello e della natura incontaminata tra Lucca e Siena. La Toscana della montagna a passo di Nordic Walking. La Toscana dell’isola che non c’è. La Calabria dei primi profumi di Primavera. Quattro modi per stare insieme a Pasqua e scoprire quattro eccellenze d’Italia. Con lentezza. A piedi. E sempre con una nuova storia da raccontare.

– Toscana, Pellegrini da Lucca a Siena – 25 – 30 marzo 2013
– Toscana, Pasqua in Nordic Walking – 28 marzo – 1 aprile 2013
– Toscana, Argentario. L’Isola che non c’è – 30 – 1 aprile 2013
– Calabria, Aspromonte in fiore – 30 – 6 aprile 2013

Pellegrini da Lucca a Siena
lu 25 – sa 30 mar 2013

Sulla via per Roma dal Duomo di Lucca a Piazza del Campo a Siena. A piedi come uomini di fede o faccendieri.
Un patrimonio fatto di cultura, arte, storia, natura e senso dell’ospitalità. Lo conosciamo percorrendo a piedi luoghi più o meno noti della campagna toscana e attraversando quattro province. Immersi nelle colline, tocchiamo piccole città gioiello come San Gimignano e Monteriggioni e note città d’arte come Lucca e Siena.

Gli incontri: i pellegrini; le processioni del Venerdi Santo; Piazza del Campo a Siena; i torrioni di Monteriggioni; vigneti e oliveti
Difficoltà: impegnativo, per camminatori allenati
Notti: alberghi del pellegrino, pensioni, ostelli, B&B
LEGGI I DETTAGLI
CONOSCI LA GUIDA

Pasqua in Nordic Walking >>> in Toscana
gi 28 – lu 1 apr 2013

Impara a camminare e a inseguire le emozioni con i bastoncini. Teoria e pratica, ginnastica e giochi, esplorazioni e orienteering.
A pranzo e a cena cucina locale della Garfagnana in chiave bio e vegetariana con necci, funghi e polenta dolce di castagne. Siamo nel Parco Nazionale dell’Appennino a 1208 m. di quota. Un piccolo rifugio nel bosco, un grande prato davanti, la parete verticale della Pania alle spalle.

Difficoltà: facile, per tutti
Notti: al Rifugio Isera, nel Parco dell’Orecchiella (LU)
LEGGI I DETTAGLI

Argentario. L’Isola che non c’è
sa 30 – lu 1 apr 2013

Alla scoperta della bellezza selvaggia e della storia del promontorio che solo fino a 3.000 anni fa era un’isola!
Al suo interno la macchia mediterranea, sopravvissuta ai devastanti incendi degli anni 70, ha ripreso a svilupparsi ricchissima di essenze e rifugio di inaspettate specie animali. Percorriamo a piedi l’Argentario per tutta la sua lunghezza, salendo dal mare fino alla vetta a 600 m sul mare.

Gli incontri: Punta telegrafo e il panorama sull’arcipelago, la Torre Senese, il casale della Giannella, l’Oasi WWF di Orbetello, pesce locale e pecorino maremmano
Difficoltà: semplice, per tutti i camminatori
Notti: presso la foresteria del WWF
LEGGI I DETTAGLI
CONOSCI LA GUIDA

Aspromonte in fiore
sa 30 – sa 6 apr 2013

Nel mondo arcaico delle comunità grecaniche dell’Aspromonte, tra i discendenti dei Greci che parlano ancora la lingua di Omero.
Il lembo meridionale dell’Aspromonte fra Capo d’Armi e Capo Spartivento è l’Area Grecanica, culla secolare della minoranza linguistica greca. Tra inimitabili profumi e panorami montani mediterranei, andiamo per antichi sentieri percorsi da pellegrini e pastori, tra borghi e fiumare, in luoghi aspri e inesplorati.

Gli incontri: i borghi della Calabria Greca, gli anziani e le comunità locali, il bergamotto, il gatto selvatico, Corpo celeste, film di Alice Rohrwache
Difficoltà: semplice, per tutti i camminatori
Notti: agriturismo ad Amendolea, camere in case private a Bova
LEGGI I DETTAGLI
INTERVISTA ALLA GUIDA

INFO E PRENOTAZIONI: 0583-356177, -82 www.viedeicanti.it

TraTerraeCielo
TraTerraeCielo
Abbiamo la convinzione che il cambiamento del pianeta nasca all’interno di ognuno di noi, dall’attenzione che poniamo al cibo che scegliamo, dalla qualità delle relazioni che intratteniamo con il mondo esterno e con noi stessi/e, dal tipo di benessere che ci doniamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *