Facciamo teatro: togliti la maschera

A tavola, il menu di Natale è pronto
14/12/2011
Barka: la nuova Libia vi aspetta
16/12/2011

Facciamo teatro: togliti la maschera

Siamo tutti un po’ più creativi di quanto possiamo immaginare. Basta lasciarsi andare. O meglio, basta improvvisare. Il metodo è semplice e anche divertente: raccontare un evento della propria vita e poi vederlo rappresentato a teatro. In alternativa è possibile leggere una pagina del proprio libro preferito o cantare la canzone che ha fatto da sfondo a un importante evento della vita. Si chiama Playback Theatre e nasce dalla collaborazione fra pubblico e conduttore.  Il primo è rappresentato dai partecipanti alla vacanza di fine anno di Tra Terra e Cielo; il secondo è Giacomo Volpengo con la sua trentennale esperienza nel campo teatrale.

Ma non aspettatevi palchi chilometrici, scenografie all’avanguardia e una compagnia di scafati attori. L’elemento centrale del Playback Theatre è l’essenzialità. Un teatro povero, insomma, in cui la ricchezza è rappresentata dalla creatività e dal valore simbolico della rappresentazione. Si potrebbero prendere a prestito le parole di Paul Klee, pittore tedesco del XX secolo, “l’arte non è fatta per riprodurre ciò che è visibile, ma per rendere visibile ciò che non lo è”.

L’obiettivo – spiega Giacomo – è di aumentare la propria capacità espositiva e anche una maggiore conoscenza di sé”. Da una parte si punta ad accrescere la propria capacità espressiva; dall’altra quella di ascolto e di confronto. “Il percorso – sottolinea con cura Giacomo – sarà graduale e soprattutto in un contesto non giudicante”.

Chiunque può partecipare, “anche se escluderei i bambini”, non c’è alcuna limitazione e, soprattutto “non ci sono pre-requisiti”. Insomma, nessun suggerimento? “Consiglio di portare un pezzo di sé: una pagina di un libro, una canzone o, se qualcuno sa suonare, uno strumento”.

Chi è Giacomo Volpengo
Formatore, counselor, docente e performer teatrale. Da più di 30 anni si occupa di teatro e della sua applicazione in ambito sociale e di comunità, realizzando progetti sul territorio e laboratori con spettacoli con soggetti con bisogni particolari. E’ conduttore e performer della compagnia di Playback Theatre Alnair di Torino, docente della Scuola di Teatro per lo Sviluppo di Comunità e coordinatore del Master di Perfezionamento Applicativo.

Clicca qui per conoscere tutti i dettagli sulla vacanza di fine anno di Tra Terra e Cielo

Clicca qui per conoscere l’attività “I rimedi macrobiotici” proposta da Margherita Buggero

TraTerraeCielo
TraTerraeCielo
Abbiamo la convinzione che il cambiamento del pianeta nasca all’interno di ognuno di noi, dall’attenzione che poniamo al cibo che scegliamo, dalla qualità delle relazioni che intratteniamo con il mondo esterno e con noi stessi/e, dal tipo di benessere che ci doniamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *