Rallenta, è Pasqua! Toscana, Lapponia, Marocco, Venezia 2014

La settimana di Berrino… e non solo – LAP 611
10/03/2014
Danze etniche a Ferragosto – LAP 612
12/03/2014

Rallenta, è Pasqua! Toscana, Lapponia, Marocco, Venezia 2014

Puoi andare tra terra e mare lungo il Sile fino a Venezia o camminare dal Duomo di Lucca a Piazza del Campo a Siena come uomini di fede o faccendieri di un tempo. Puoi rifugiarti in Lapponia per assistere alla magia dell’aurora boreale o andare alla scoperta della bellezza selvaggia dell’Argentario, in Toscana, che fino a 3.000 anni fa era un’isola. O puoi visitare il Marocco delle sontuose kasbahs di terra ocra e dei colorati giardini di rose

Sono le cinque proposte di viaggi a piedi per la Pasqua 2014, tre in Italia e due all’estero. Cinque modi per stare insieme, entrare nei luoghi, assorbirne le influenze e tornare a casa con un carico di emozioni difficile da scrollarsi di dosso. Con lentezza e a piedi. E sempre con una nuova storia da raccontarti. Rallenta, riposa e cammina.
 

Veneto – Camminare sulle acque: da Treviso a Venezia lungo il Sile

14 – 18 aprile 2014

LEGGI LA SCHEDA COMPLETA DEL VIAGGIO

Seguendo il corso del fiume Sile, raggiungiamo Venezia, provando anche a camminare… sulle sue acque, Già, perché l’attività esclusiva della città lagunare è il cammino. Noi ci arriviamo da Treviso immergendoci in un percorso sorprendentemente naturalistico. Non ci limitiano a camminare sulla terraferma, dunque, ma proviamo a farlo anche sulle acque con l’appoggio di un bragozzo, la barca tradizionale in legno che ci permette di conoscere la laguna e le isole più appartate e solo sfiorate dal flusso turistico. Con Paolo Carli.

[Guarda l’album fotografico del viaggio]

Toscana – La Via Francigena da Lucca a Siena

14 – 19 aprile 2014

LEGGI LA SCHEDA COMPLETA DEL VIAGGIO

Sulla Via per Roma, dal Duomo di Lucca a Piazza del Campo a Siena. A piedi come uomini di fede o faccendieri. Un patrimonio fatto di cultura, arte, storia, natura e senso dell’ospitalità Lo conosciamo percorrendo a piedi luoghi più o meno noti della campagna toscana e attraversando quattro province Immersi nelle colline, tocchiamo piccole città gioiello come San Gimignano e Monteriggioni e note città d’arte come Lucca e Siena. Con Matteo Zamboni.

[Guarda l’album fotografico del viaggio]

 

Scandinavia – Lapponia, il Sentiero del Re

18 – 27 aprile 2014

LEGGI LA SCHEDA COMPLETA DEL VIAGGIO

Il Grande Nord d’Europa, dove il camminare scandisce il tempo del pensiero mentre gli occhi si nutrono di vastità e bellezza. Un viaggio per chi ama scoprire nuove terre o cambiare i propri occhi nel Nord della Svezia, oltre il Circolo Polare Artico, Lapponia Svedese. Il Kungsleden, il Sentiero del Re, è il più importante e famoso sentiero della Svezia. Si addentra nel regno della tundra artica e delle renne, un territorio montuoso modellato dai ghiacciai, al cospetto della montagna più alta della Svezia. Con Flaviano Bianchini.

[Guarda l’album fotografico del viaggio]

Toscana – Argentario, l’isola che non c’è

19 – 21 aprile 2014

LEGGI LA SCHEDA COMPLETA DEL VIAGGIO

Alla scoperta della bellezza selvaggia e della storia del promontorio che fino a 3.000 anni fa era un’isola, l’ottava dell’arcipelago toscano. L’isola che non c’è più è ora un promontorio sul Tirreno: solo due sottili lingue di sabbia la legano alla Toscana. Al suo interno la macchia mediterranea ha ripreso a svilupparsi ricchissima di essenze e rifugio di inaspettate specie animali. Percorriamo a piedi l’Argentario per tutta la sua lunghezza, salendo dal mare fino alla vetta a 600 metri sul mare. Con Pietro Labate.

[Guarda l’album fotografico del viaggio]

Marocco – Dades e M’Goun, il versante sud dell’Alto Atlas

19 – 26 aprile 2014

LEGGI LA SCHEDA COMPLETA DEL VIAGGIO

Questo è un facile cammino da Taberkachte a Boutghrara nella Valle delle Rose e nella Gola d’Agouti e del M’Goun sul lato sud dell’Atlante. Siamo nella regione di Kalaa di Mgouna e Boumalen Dades a nordest di Ouarzazate. Vsitiamo sontuose Kasbahs di terra ocra e colorati giardini di rose e conosciamo le tradizioni berbere ospitati dai caratteristici rifugi (gîtes). Punti forti del viaggio sono l’architettura delle Kasbahs tradizionali e la scoperta della Valle delle Rose e delle gole del M’Goun. Con Alì Daimin.

[Guarda l’album fotografico del viaggio]

 

www.viedeicanti.it

 

TraTerraeCielo
TraTerraeCielo
Abbiamo la convinzione che il cambiamento del pianeta nasca all’interno di ognuno di noi, dall’attenzione che poniamo al cibo che scegliamo, dalla qualità delle relazioni che intratteniamo con il mondo esterno e con noi stessi/e, dal tipo di benessere che ci doniamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *