Un euro all’ora, il caso McDonald’s

Pag 5
26/10/2011
CamminAmare Basilicata, tappa 15
26/10/2011

Un euro all’ora, il caso McDonald’s

Un euro all’ora per lavorare al McDonald’s. Un trattamento “da schiavitù” che potrebbe costare caro: la chiusura di tutti i ristoranti. Protagonisti della vicenda sono i dipendenti brasiliani della multinazionale di panini e hamburger che, stando alle denunce del deputato Sabino Castelo Branco, sarebbero stati costretti a orari sfiancanti in cambio di pochi spiccioli. Alcuni di loro, poi, sarebbero stati oggetto di maltrattamenti.
  Secondo Dora Maria da Costa, del tribunale superiore del lavoro, “è una vergogna che un grande marchio globale si riveli un datore di lavoro schiavista”. Delle sue politiche salariali i dirigenti di McDonald’s dovranno ora rispondere davanti a un giudice.

TraTerraeCielo
TraTerraeCielo
Abbiamo la convinzione che il cambiamento del pianeta nasca all’interno di ognuno di noi, dall’attenzione che poniamo al cibo che scegliamo, dalla qualità delle relazioni che intratteniamo con il mondo esterno e con noi stessi/e, dal tipo di benessere che ci doniamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *