Settimana dal 20/6 al 27/6

Settimana dal 20/6 al 27/6

L'alimentazione sana ci fortifica

 
 
YOGA, UNA STORIA DI LEGGEREZZA E PROFONDITA'
di Annabella Cremonte

Percorso di incontro e dialogo con il proprio corpo attraverso asana e respirazione, mediante una pratica guidata esplorativa di liberazione e vastità.

AUTOBIOGRAFIA TRA NARRAZIONE ED ESPLORAZIONE DI SÈ
di Silvana Amadeo

Un lavoro su di sé al ritmo lento e riflessivo della scrittura. Ricostruire punti salienti del proprio vissuto, riordinare i propri ricordi, giocare a trasformare. Un far riemergere nodi e soluzioni, punti di forza ed ombre da trasformare nelle aree principali della vita. Tutti abbiamo storie, emozioni ed esperienze da raccontare. Qualche nozione tecnica se nel gruppo ci sono degli aspiranti scrittori o dei "curiosi del sapere".

PITIGLIANO E I MISTERI DELLE VIE CAVE
di Daniela Pesce

Partiamo la mattina di giovedì verso Pitigliano con le auto a disposizione dei partecipanti e della guida.
Una giornata a ritroso nel tempo, attraversando lo straordinario borgo medievale e seguendo poi le tracce degli etruschi fin dentro il cuore della terra, nelle incredibili vie cave, percorsi scavati a mano nella roccia tra le città dei vivi e quelle dei morti, dal popolo più evoluto e misterioso che ha abitato l’Italia più di 2000 anni fa.

YOGA PER I PICCOLI
di Chiara Bonalumi

Introduzione allo yoga per i più piccoli: esercizi divertenti, come giochi di imitazione e di immaginazione, ma con gli stessi benefici dello yoga per adulti.

LA VERA MACROBIOTICA DEI MIRACOLI
di Yuri Pellegrini

Un viaggio approfondito e suggestivo alle radici della macrobiotica di Georges Ohsawa, trascurata, spesso vilipesa, quasi sempre incompresa. Scopriamo la natura spirituale di una disciplina immensa, e dei miracoli che è in grado di generare nel corpo e nello spirito. La solida conoscenza dei suoi elementi costitutivi consentirà di capire e di sperimentare perché il fine della macrobiotica non è un generico "star bene" ma - come diceva il suo padre fondatore - “La Felicità Eterna, la Libertà Infinita e la Giustizia Assoluta”.
Durante la settimana andremo ad approfondire alcune frasi di Georges oshawa...
PROGRAMMA:
Giorno 1: "Il dualismo è la sola e unica malattia"
Capire che nel relativo ogni cosa ha un senso, che ogni cosa può essere utile...negare una parte del tutto è come negare il tutto e negando il tutto la comprensione delle cose diventa difficile, impossibile...
Giorno 2: "Soffermatevi sulla sola cosa importante, l'ordine dell'universo"
'A chi ha verrà dato e a chi non ha verrà tolto anche quello che ha'...è una famosa frase del vangelo attribuita alla figura di Gesù che sostanzialmente riprende il concetto che vuole esprimere Oshawa: cercate la verità, il resto è una conseguenza...tutto il rest ...
Giorno 3:"Siate creatori, non dipendere dal giudizio degli altri"
Sviluppando il nostro senso critico, il nostro intuito possiamo prendere in mano la nostra vita e farne, sostanzialmente, ciò che ne vogliamo
Giorno 4: "L'educazione della volontà comincia col date fame e freddo"
Questa affermazione di Oshawa, che forse pare crudele, in realtà possiamo verificarla nel quotidiano nella nostra vita e in quella delle persone che ci circondano...la verità è spesso paradossale.
Giorno 5: "L'uomo deve essere intrepido, avventuriero, altrimenti la sua vita non è divertente"
Macrobiotica è sperimentare, divertirsi, gioire della vita, apprezzare e godere del tempo che abbiamo a disposizione
Giorno 6: "La giustizia è ciò che predice che ogni antagonismo sfocerà in una fine pietosa, presto o tardi"
Accettare con gioia ogni situazione invece di piangersi addosso, cavalcare l'onda invece di esserne travolto, trasmutare le difficoltà in opportunità sono caratteristiche della persona che ha successo nella vita...quel successo che più che un apparenza nei confronti degli altri è un autorealizzazione personale.

A PIEDI ALLA FOCE DEL FIUME MARTA
di Jacopo Bargagna

Partiamo la mattina di lunedì dopo colazione dal Villaggio per un'escursione di mezza giornata verso la foce del fiume Marta. Il fiume Marta, chiamato anticamente Larthe, è l'unico emissario del lago di Bolsena; scorre nel Lazio, in provincia di Viterbo, nel territorio dei comuni di Marta, Tuscania e Tarquinia.
La valle formata dal Marta è stata usata, fin dalla preistoria, come importante via di comunicazione e di transumanza. Il Marta sfocia nel mar Tirreno, dopo un corso di circa 50 km, nei pressi di Tarquinia; presso la foce sorgeva, anticamente, il porto etrusco di Martanum.
Nel 2005 i fondali tra la foce del torrente Arrone e la foce del fiume Marta sono stati proposti come siti di interesse comunitario.
Sul fiume Marta è ancora presente un insediamento dell'epoca etrusca chiamato "La Cannara". Visitabile nel comune di Marta (VT). Una fitta serie di canne era stata piantata sul passaggio del fiume per rallentare il flusso dei pesci e catturarli facilmente dal capanno sopra realizzato. Nel medioevo "La Cannara" divenne una peschiera (trappola per le anguille). La Cannara fu diretta proprietà del Papa di Roma.

DANZA E ARTE TERAPIA
di Maria Chiara Sinico

La Danza movimento terapia nasce da Maria Fux, una danzatrice argentina tuttora vivente che scopre come la danza possa aiutare le persone anche con problemi fisici e psichici a superare i propri limiti. La danza diventa un ponte per realizzare i propri talenti e la creatività personale attivando le risorse delle persone.
Per questa attività iniziamo in cerchio per conoscerci e attivare il movimento graduale con un rituale iniziale. Poi la danza si apre attraverso la musica, immagini e stimoli creativi: stoffe colorate, elastici, fili, cerchi o materiali della natura.
La danza è individuale, a coppie ed in gruppo.
Nella parte conclusiva c'è la condivisione dei propri vissuti verbale e attraverso il disegno, la pittura o la manipolazione.