Curare il mal di gola con rimedi naturali

I cibi più costosi al mondo e il panino da record
16/10/2013
Cena con delitto – LAP 580
18/10/2013

Curare il mal di gola con rimedi naturali

Può dipendere dall’aria un po’ troppo secca o umida. Ma anche dall’inalazione di vapori irritanti. E perfino da bevande o cibi troppo caldi. In tutti questi casi, il mal di gola è caratterizzato da un fastidio crescente alla faringe, nel fondo del palato e alle pareti. Spesso può essere associato (o può degenerare) in febbre, mal di testa, otite, raffreddore e sinusite e, in alcuni casi più gravi, perfino in morbillo, rosolia e varicella.
 
A rivelarsi decisivi per combattere il mal di gola sono spesso i rimedi naturali. 

Il limone succhiato (o usato per gargarismo) è un ottimo antibatterico. E a chi, da piccoli, non è mai stato somministrato un cucchiaio di miele per calmare la tosse? Un suo parente molto stretto è il propoli, considerato uno dei migliori antibiotici naturali per le tante proprietà battericide che porta con sé. E chi lo sapeva che anche la liquirizia può calmare l’infiammazione se masticata cruda in piccoli pezzi? Anche le foglie di basilico bollite e la cannella nelle tisane sono efficacemente utilizzate contro i colpi di freddo e il mal di gola. Timo e salvia, poi, sono rispettivamente considerati ottimi disinfettanti e anti-infiammatori.
Se volgiamo lo sguardo verso Oriente, la medicina tradizionale cinese offre alcune soluzioni. Sono cinque i punti che vengono localizzati e su cui si deve intervenire. Innanzitutto il Feng Chi (fra i muscoli sternocleidomastoideo e il trapezio) per eliminare il vento e purificare il calore. A loro dire, infatti, il vento caldo e freddo e, più in generale, gli agenti esterni, sono i responsabili del mal di gola. Gli altri punti su cui lavorare sono l’He Gu (sulla parte radiale dell’indice, all’altezza del punto medio del secondo metacarpo) per tonificare il cosiddetto qi; il Lie Que (sulla doccia radiale, sul tendine del muscolo braccio-radiale) per stimolare la discesa del qi; l’Ying Xiang (sul lato inferiore dell’ala del naso), per aprire il naso e disperdere il vento; il Nei Ting (fra il secondo e il terzo dito del piede) per regolare l’energia e bloccare il dolore.
Altro piccolo accorgimento: attenti allo spazzolino. Le setole sono un luogo congeniale per i batteri capaci di infettare altri parti dell’organismo attraverso le piccole ferite delle gengive.
 
TraTerraeCielo
TraTerraeCielo
Abbiamo la convinzione che il cambiamento del pianeta nasca all’interno di ognuno di noi, dall’attenzione che poniamo al cibo che scegliamo, dalla qualità delle relazioni che intratteniamo con il mondo esterno e con noi stessi/e, dal tipo di benessere che ci doniamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *