Settimana dal 1/8 al 8/8

"Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo"

 
 
TROVIAMO IL CENTRO CON IL QI GONG
di Lidia Lottatori

Iniziamo con esercizi basici con l'intento di ripulire il Qi stagnante, e continuiamo con esercizi di gi gong per rafforzare noi stessi attraverso la ricerca del nostro centro con il supporto dell'energia del cielo e della terra.

NON CADIAMO NELLA RETE
di Nadia Lenarduzzi

Come affrontare la presenza della tecnologia nella nostra vita immersi nella "digital society"? La natura della Toscana, il ritrovarsi nel campeggio potendo attingere alle risorse della vita comunitarie, transitoriamente nomadi, sarà la cornice idonea cui attingere risorse e ispirazioni per affrontare la massiccia presenza di dispositivi e la crescente necessità di confrontarsi con voci e presenze che sembrano umane ma umane non sono. Saremo insieme per costruire un dialogo che ci permetta di unire le buone pratiche alle nostre intuizioni in un ottica di ricerca-azione.

GIOCA GIOCA YOGA
di Romano Lubrano Lobianco

Attraverso il gioco, scopriremo come realizzare semplici figure tipiche dello yoga. Ci avviciniamo con semplicità a questa attività, impariamo ad ascoltare il nostro corpo e a rilassarlo.

CAMMINO TRA GLI EREMI DELLA FIORA
di Daniela Pesce

Partiamo la mattina di giovedì percorrendo sentieri tra gli eremi della Fiora.

A PIEDI ALLA FOCE DEL FIUME MARTA
di Jacopo Bargagna

Partiamo la mattina di lunedì dopo colazione dal Villaggio per un'escursione di mezza giornata verso la foce del fiume Marta. Il fiume Marta, chiamato anticamente Larthe, è l'unico emissario del lago di Bolsena; scorre nel Lazio, in provincia di Viterbo, nel territorio dei comuni di Marta, Tuscania e Tarquinia.
La valle formata dal Marta è stata usata, fin dalla preistoria, come importante via di comunicazione e di transumanza. Il Marta sfocia nel mar Tirreno, dopo un corso di circa 50 km, nei pressi di Tarquinia; presso la foce sorgeva, anticamente, il porto etrusco di Martanum.
Nel 2005 i fondali tra la foce del torrente Arrone e la foce del fiume Marta sono stati proposti come siti di interesse comunitario.
Sul fiume Marta è ancora presente un insediamento dell'epoca etrusca chiamato "La Cannara". Visitabile nel comune di Marta (VT). Una fitta serie di canne era stata piantata sul passaggio del fiume per rallentare il flusso dei pesci e catturarli facilmente dal capanno sopra realizzato. Nel medioevo "La Cannara" divenne una peschiera (trappola per le anguille). La Cannara fu diretta proprietà del Papa di Roma.

IL SUONO, LA VIA DEL BENESSERE
di Deeva Alessandra Nespoli

Riscopriamo il suono come strumento creatore e portatore di ordine nella materia.
I benefici di questa pratica sono molti, infatti la vibrazione attuata dal suono entra in risonanza con le cellule e i liquidi presenti nel corpo, attivando così un nuovo processo di ossigenazione, armonizzazione e andando ad alleggerire e sciogliere nei vari corpi - fisico, eterico, emotivo, mentale, astrale e spirituale - memorie, traumi, forme pensiero, schemi non più funzionali all'attuale sistema.
Riattivando e rigenerando l'energia e il suo flusso, si consentirà alla persona di raggiungere un nuovo stato di coscienza e capacità d'ascolto di Sè.