Pratiche sane e (ri)creative a due passi dal mare


dal 15 giugno al 14 settembre 2024 al Villaggio Europing di Riva dei Tarquini (VT)

Settimana dal 13/7 al 20/7 L'invisibile Attorno a Noi

 
MATTINA
Dolci risvegli
di Margherita Maggio
Iniziamo bene la nostra giornata con una proposta di un dolce risveglio, sia del corpo fisico che di quello energetico. Impariamo, attraverso semplici esercizi di svariate tecniche, ad acquisire un movimento presente e consapevole in cui la mente si acquieta ed il corpo trova spazio e libertà.

Questa proposta ricca ed originale fa convergere pratiche di Yoga, Feldenkrais, Mentastica, Ginnastica dolce, Anatomia esperienziale, e Meditazione in movimento. È risveglio del proprio corpo attraverso movimenti lenti, progressivi, consapevoli, mirati a ridurre gli schemi abituali, gli automatismi radicati in ognuno, la meccanicità del fare, l'inquietudine della mente. È una pratica molto creativa e piacevole.
 
 
POMERIGGIO
Quantum Games
di Chiara Zagonel
Quantum Games è un percorso esperienziale rivolto a partecipanti di ogni età che, in un contesto ludico, hanno modo di comprendere e sperimentare i principi fondamentali della teoria quantistica. Attraverso il gioco e altre attività corporee è possibile acquisire una “mentalità quantistica” nell’approccio al mondo e nella gestione delle relazioni, diventando consapevoli di come la matrice di tutta la realtà è fondamentalmente collaborativa.
Ogni incontro prevede tre momenti:
- una fase iniziale di presentazione in cui viene creato (la prima volta) o rinsaldato (le successive) un campo tra i partecipanti,
- una breve spiegazione teorica in termini semplici e accessibili a tutti,
- la sperimentazione pratica, attraverso giochi cooperativi, simulazioni, rappresentazioni sceniche, musica, danza...
 
 
BAMBINI
Riciclo e Natura: laboratori creativi
di Laura Magherini
Facciamo laboratori di modellazione della pasta di sale e mongolfiere in carta pesta. Realizziamo animali con materiale naturale (conchiglie, foglie e legnetti); riciclosauri (dinosauri con materiale di riciclo e dipinti rupestri preistorici.
 
 
POMERIGGIO
La macrobiotica: uno strumento per diventare autonomi nella scelta del cibo
di Dealma Franceschetti
La cucina macrobiotica è una filosofia di vita, non è una dieta. È un viaggio di consapevolezza per scoprire un passo alla volta l'effetto del cibo su tutto il nostro essere: corpo, mente, emozioni, spirito.
Un viaggio che ci regala la capacità di scegliere il cibo e come cucinarlo, considerando le energie sottili dei cibi e l'effetto dei diversi stili di cottura.
Questo ci permette di gestire la nostra salute personalmente, ogni giorno, ad ogni pasto.
Il cibo può rappresentare un potente strumento di cambiamento, di guarigione e di evoluzione personale. Lo introduciamo nel corpo almeno 3 volte al giorno per tutta la vita.
Sta a noi imparare a scegliere di utilizzare ogni giorno cibi capaci di sostenere il corpo nelle sue funzioni e creare armonia ed equilibrio, anche nella mente e nelle emozioni.

Queste le tappe del nostro viaggio:


1. Cos'è la macrobiotica e qual è il suo scopo
La bussola Yin-Yang

2. I 3 cardini della cucina macrobiotica: cereali, verdure e legumi

3. Alchimia in cucina: stili di cottura e preparazione

4. Sale e condimenti salati

5. La colazione dolce e salata

6. I 7 livelli di giudizio di Ohsawa
 
 
SERA
Atmosfere Sonore
di Francis Morlacchi
Laboratorio di improvvisazione musicale: tra balli e ritmi suoniamo e danziamo in completa libertà  favorendo l'ascolto reciproco e stimolando la propria intuizione.
 
Argentario: tra pirati e corsari
di Daniela Pesce
Partiamo la mattina di mercoledì, con pranzo al sacco dalla cucina di Tra Terra e Cielo.
Un semplice e suggestivo percorso a picco sul mare ci porta fino a Forte Filippo, forte spagnolo dell'antico cinquecentesco stato dei presidi spagnoli, che tante tracce ha lasciato in queste terre, dal vino all'architettura. Profumi intensi di fioriture mediterranee in ogni stagione dell'anno, panorami a 360° sull'argentario e sulla laguna di Orbetello ci accompagnano alla scoperta della particolare storia di questo piccolo stato straniero durato solo 200 anni e delle vicissitudini di queste coste, vessate da pirati e corsari per 2000 anni. Ascoltiamo le storie di questa terra immersi nella natura meravigliosa dell'Argentario con al termine un bagno rinfrescante dagli splendidi scogli di porto ercole
Il percorso è alla portata di tutti ma è necessario non soffrire di vertigini.
Lunghezza totale dell'escursione: 4 km.
 
A piedi alla foce del fiume Fiora
di Marco Della Mura
Partiamo la mattina di lunedì dopo colazione, dal Villaggio per un'escursione di mezza giornata verso la foce del fiume Fiora, sito di interesse regionale, camminando verso nord, tra spiaggia e pineta, accompagnati dal sospiro del mare.

Il fiume Fiora nasce dal versante grossetano del Monte Amiata, proprio sotto il pavimento della Chiesa della Madonna della Neve. Il corso d'acqua, dirigendosi verso sud, attraversa l'estremità  meridionale della Toscana interessando, oltre al comune di Santa Fiora, i territori di Castell'Azzara, Semproniano, Sorano e quelli di Manciano e Pitigliano tra i quali segna il confine.
Subito dopo, entra nel Lazio interessando i territori comunali di Ischia di Castro e Canino, prima di entrare nella Maremma laziale e attraversare interamente il comune di Montalto di Castro dove, presso Vulci, si trova il celebre Ponte dell'Abbadia che, secondo una leggenda, venne costruito in una sola notte dal Diavolo.

I fiumi attraversano territori, epoche, culture. Attorno a loro sorgono civiltà e leggende. L'acqua che vediamo scorrere davanti a noi, rappresenta il passato o il futuro? E l'acqua che scorre più a monte?
 
 

* campo obbligatorio
Presto il consenso ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”) al trattamento dei miei dati personali ai fini di un contatto commerciale (Privacy):