Settimana dal 4/7 al 11/7

La natura ti cura

 
 
YOGA DELLA RISATA
di Monica Gentile

Un metodo unico per ridere senza motivo, riscoprendo il bambino interiore che vive dentro di noi. L'atto di ridere è accompagnato dal battito ritmico delle mani e dal movimento spontaneo, combinato con esercizi di respirazione e brevi pause di meditazione.

PERCHÉ PRATICARE LA RISATA:
Se ridiamo, attiviamo nel nostro corpo l'emozione della felicità e della gioia. Praticare costantemente lo Yoga della Risata, aiuta a scoprire un modo migliore per reagire alle situazioni inaspettate e difficili della vita. Ridere riattiva le energie del corpo, porta positività nelle nostre vite, stimola la creatività individuale, allevia le tensioni e crea armonia.

PITTURA
di Federica Rigato

Cerchiamo insieme di trasformare i nostri"desideri" in realtà.
Partiamo con la scelta dei materiali su cui dipingere, la scelta del disegno, l'ingrandimento necessario e la realizzazione. Ancora...se avete nelle vostre case qualcosa che desiderate abbellire o darne un tocco di originalità, portatela con voi, la trasformeremo!

UN TUFFO NEL LAGO NASCOSTO
di Daniela Pesce

Partiamo la mattina di giovedì verso il Lago di Mezzano.
Un lago situato nella Zona di Protezione Speciale e Sito di Importanza Comunitaria, si trova talmente incastonato tra le pendici del vulcano che lo contiene che non lo si può vedere se non vi si arriva appositamente a piedi. Un gioiello di trasparenza simile ad un diamante, sconosciuto a chi non percorre la Maremma laziale lontano dalle strade. Andiamo alla scoperta della sua natura immergendoci nelle sue acque mai fredde, perché derivanti da una sorgente idrotermale. Affacciata sul lago, un'azienda agricola familiare offre la sua produzione a chi la vuole provare.

CREIAMO
di Marinella D'Aria

L'argilla è la nostra materia prima dalla quale possiamo creare secondo la nostra fantasia oggetti e liberiamo quindi la creatività!

IL PENSIERO MACROBIOTICO
di Matteo Pianesi

Mi chiamo Matteo Pianesi, i miei genitori mi hanno cresciuto con un'educazione e un'alimentazione macrobiotica e per questo li ringrazio moltissimo. Secondo questa filosofia il fine ultimo della vita è quello di raggiungere la felicità e il primo passo è quello di ottenere la salute. Sono uno dei membri della Segreteria Nazionale, l'organo amministrativo dell'associazione Un Punto Macrobiotico, e cerco di occuparmi con passione della diffusone di questo pensiero che secondo chi lo segue è una bussola indispensabile da seguire nella grande avventura della vita.
PROGRAMMA:
1° lezione - La Macrobiotica: da Georges Ohsawa ai progetti dell'Associazione UPM
2° lezione -"La Teoria Yin e Yang: la teoria alla base del pensiero macrobiotico"
3° lezione "La Teoria delle 5 Trasformazioni: lo sviluppo naturale e conseguente della teoria dello Yin e dello Yang
4° lezione - "La Fisiognomica: imparare a fare autodiagnosi guardando i segni del volto e del corpo"
5° lezione - "Lo Sviluppo Sostenibile Pianesiano: dall'ambiente, all'agricoltura, all'alimentazione, alla salute fino all'economia, piccole abitudine per migliorare lo stile di vita e il nostro impatto sul Mondo
6 lezione - "Conclusioni e domande al termine della settimana"

A PIEDI ALLA FOCE DEL FIUME FIORA
di Jacopo Bargagna

Partiamo la mattina di lunedì dopo colazione dal Villaggio per un'escursione di mezza giornata verso la foce del fiume Fiora, sito di interesse regionale.
Il fiume che nasce dal versante grossetano del Monte Amiata, proprio sotto il pavimento della Chiesa della Madonna della Neve, una chiesa cinquecentesca del paese di Santa Fiora da dove è visibile la sorgente. Il corso d'acqua, dirigendosi verso sud, attraversa l'estremità meridionale della Toscana interessando, oltre al comune di Santa Fiora, i territori di Castell'Azzara, Semproniano, Sorano e quelli di Manciano e Pitigliano tra i quali segna il confine.

Subito dopo, entra nel Lazio interessando i territori comunali di Ischia di Castro e Canino, prima di entrare nella Maremma laziale e attraversare interamente il comune di Montalto di Castro dove, presso Vulci, si trova il celebre Ponte dell'Abbadia che, secondo una leggenda, venne costruito in una sola notte dal Diavolo.

BIODANZA IN ARMONIA
di Cinzia Vuturo

La Biodanza è un attività divertente e armonizzante dove attraverso il ritmo, il contatto con le nostre emozioni e il gruppo si riscopre il piacere della libertà di movimento, riscattando l'autenticità e ristabilendo una buona dose di autostima, fiducia e apertura verso se stessi e gli altri. Durante questa settimana avremo la possibilità di integrare pensieri, emozioni e azioni attraverso un percorso e degli incontri che in semplicità ci accompagneranno verso l'apprendimento di nuovi modi di sentirci e di sentire gli altri per ritrovare connessione, pace, serenità ed entusiasmo.