GUARDA OLTRE IL TUO NASO

L’odore subito ti dice senza sbagli quel che ti serve di sapere;
non ci sono parole, né notizie più precise
di quelle che riceve il naso.

Italo Calvino

Tra tutti i sensi in nostro possesso quello forse più bistrattato e considerato meno utile, nell’accezione comune, è l’olfatto. Se la vista detiene il primo posto e l’udito è messo continuamente sotto stimolo tra cuffie, traffico, musica in ogni dove, assenza di silenzio…anche il tatto, nell’epoca del touchscreen ha avuto una sua potente rivalsa. Per non parlare del gusto osannato dai contest di cuochi e cuoche alla ribalta.

E l’olfatto? Certo…è pronto a intervenire se i nostri recettori in contatto con un buon odore di pane sfornato o se si imbattono in una rivoltante puzza di fogna, ma poi apparentemente ci può sembrare che torni a essere un senso sopito.  Mica vorremmo considerarlo al pari di quello dei cani per esempio?

In realtà ci sbagliamo…il nostro olfatto c’è sempre e non ci lascia mai, ma spesso non abbiamo la consapevolezza del suo utilizzo.

Probabilmente è il più enigmatico dei sensi in quanto è quello che agisce più profondamente nell’inconscio. L’olfatto ci proietta lontano da noi (“da qualche parte ci deve essere un incendio” quando sentiamo odore di bruciato pur non vedendo il fumo) o dentro di noi (quando mangiamo sapori e odori si fondono irrimediabilmente).

L’olfatto ci fa viaggiare più facilmente rispetto agli altri quattro ‘compari’ nel tempo e nella memoria dei nostri ricordi, e spesso è legato alla nostra sfera più emotiva… da non sopportare più l’odore di quel cibo che ci ha fatto star così male quella volta, a cambiare subito umore al solo sentire quel profumo che ci ricorda tanto una persona cara. L’olfatto è a stretto contatto con l’aria che respiriamo, ovvero con la vita e l’esistenza.
 Far interagire in equilibrio e in piena consapevolezza tutti i nostri sensi non è cosa da poco, ma riuscire a farlo può aumentare il nostro benessere fisico e mentale. Tra pochi mesi torna l’edizione 2024 di NONSOLOMARE, 13 settimane di vacanza a Riva dei Tarquini, che hanno come obiettivo principale quello di far star bene le persone attraverso un equilibrio di tutte le parti che le compongono: il mare, la pineta, la cucina macrobiotica, i corsi olistici e creativi, le camminate, le persone e le relazioni che si intrecciano tra di loro. 
 Il posto ideale per amarsi e amare il mondo che abitiamo… l’opportunità perfetta per acuire il fiuto per seguire la strada più adatta a noi. Qualsiasi essa sia.

Domenica 24 marzo 2024 torna la Festa del Camminare: una giornata dedicata ai cammini lenti, alle escursioni per tutti i gusti…dalla montagna al mare, dalle colline al lago…in tutta Italia!

Creatività a NONSOLOMARE
 La modellazione della creta consente, sfruttando la malleabilità propria del materiale, di dare forma a un blocco di argilla erealizzare qualcosa che prima non c’era: una ciotola, un portamatite, un ciondolo, una scultura.
Anche nell’ambito di uno stesso modello le possibilità dipersonalizzazione, con applicazioni di decori o incisioni, possono essere molteplici in base al gusto, la fantasia e le inclinazioni di chi plasma l’oggetto, per cui nessuno sarà uguale all’altro e conserverà in sé l’impronta di chi lo ha formato. In questo laboratorio, quindi, la creatività avrà un ruolo fondamentale. Vieni anche tu a provare a mettere le “mani in pasta” ?

SCOPRI: Esplorazione Corporea attraverso il Movimento – NONSOLOMARE – da sab 10 a sab 17 agosto
 Alessandra Carnovale


Verso l’isola selvaggia
Amante dell’autunno e delle canzoni di Battiato, Chiara è guida GAE con Vie dei Canti da due anni. In una vita precedente, faceva l’architetto d’interni a Parigi con una particolare tendenza a cercare la bellezza in ogni cosa.

SCOPRI: Sicilia Selvaggia – Riserva dello Zingaro e Monte Cofano – da sab 30 marzo a gio 4 aprileChiara Laudicina

Tornano le vacanze diNONSOLOMARE2024!
Pratiche sane e (ri)creative a due passi dal mare
 Da sabato 15 giugno a sabato 14 settembre 2024 al Villaggio Europing di Riva Tarquini (VT)

NONOSTANTE LA PIOGGIA
 Camilla è stata una guida perfetta. Nonostante la pioggia è riuscita a mantenere un ottimo umore nel gruppo. Mi è piaciuto camminare tre giorni per raggiungere Siena in compagnia del mio cane.I partecipanti tutti simpatici e piacevoli, ottimi camminatori. Ho percepito grande gioia da parte di tutti. Un viaggio con Vie dei Canti ti permette di ritrovare la strada anche se non l’hai persa.Non vedo l’ora di ripartire.
Laura Roth
UN MIRACOLO Ho dovuto accettare uno scivolo ed andare in pensione in anticipo: un dramma. Ho messo a frutto la mia passione per il teatro e adesso sono pubblicista: scrivo recensione teatrali e d’arte per una rivista
web. Un miracolo essere stata accettata. Un saluto a tutti.
Elisa
STARE NEL GRUPPO Per me è stato un modo di immergermi in un mondo naturale, per quanto fosse “solo” il parco del Ticino, apprezzando il bosco in una stagione apparentemente “morta”. In questo è stata determinante la preparazione naturalistica di Flavia.
Il ruolo della guida non è solo quello di condurre e raccontare ma anche stare nel gruppo e Flavia è stata davvero ottima, ho considerato favorevolmente il fatto che abbia condiviso la stanza.
Il mondo è bello perché è vario, si incontra gente di ogni tipo, è questo è sempre una ricchezza.
Abbiamo cenato benissimo!! L’attenzione alle realtà del territorio non è solo uno slogan, bravi!
Giovanna CalabreseUN LABORATORIO CREATIVO La mia creatività è abbastanza ampia. Ho spaziato in diverse direzioni: la solita ceramica, cartapesta che faccio tuttora, riciclo, cucito ecc. Mi mancano però degli spazi collettivi in cui creare
quell’atmosfera magica che si respira nei laboratori. Vorrei fondarne uno che abbia una particolarità fondamentale che accolga diverse discipline. Un laboratorio dove entri e decidi di volta in volta
cosa vuoi sperimentare. Purtroppo da soli è difficile e non ho trovato una sensibilità tale da superare l’aspetto “guadagno a tutti i costi” e scarsa qualità degli insegnanti. Concludo proponendo una settimana di vacanza all’insegna della creatività per i pigri ma anche per quelli che hanno difficoltà a camminare, come me.
Maria Eduarda Lomio

Camilla è stata una guida perfetta. Nonostante la pioggia è riuscita a mantenere un ottimo umore nel gruppo. Mi è piaciuto camminare tre giorni per raggiungere Siena in compagnia del mio cane.I partecipanti tutti simpatici e piacevoli, ottimi camminatori. Ho percepito grande gioia da parte di tutti. Un viaggio con Vie dei Canti ti permette di ritrovare la strada anche se non l’hai persa.Non vedo l’ora di ripartire.