Le ricette dell’estate 2014 di Luca – Panzanella croccante

Le ricette dell’estate 2014 di Luca – Crostata di frutta con crema al limone
11/08/2014
L’arte del massaggio
29/08/2014

Le ricette dell’estate 2014 di Luca – Panzanella croccante

Settimo appuntamento con le ricette dell’estate di Luca, il cuoco della Vacanza Mare 2014 di Tra Terra e Cielo. La panzanella croccante è un piatto semplice di origine contadina e dal gusto speciale. Gli ingredienti principali sono il pane raffermo, i pomodori, le olive, i capperi, il basilico, sale, limone e olio

Vuoi assaggiare in vacanza la cucina biovegana di Luca? Scegli la tua settimana nella Vacanza Mare 2014 di Tra Terra e Cielo a Capalbio, sulla costa toscana.

Ingredienti per 4 persone:

Pane casalingo integrale del giorno prima: gr 600
Pomodori secchi sott’olio: gr 150
Olive verdi denocciolate: gr 150
Capperi sotto sale: gr 50
Basilico: 1 pugno di foglie
Scorza limone bio: 1
Olio extravergine d’oliva: qb
Sale marino integrale: qb

Preparazione:
 

Tagliare il pane a dadini di circa 1 cm di lato, sistemarli in una teglia e tostarli in forno a 180 gradi sino a quando risulteranno croccanti. Dissalare i capperi sotto l’acqua corrente, scolare i pomodori secchi e le olive, quindi tagliarli a striscioline. In una insalatiere mettere i dadini di pane tostati, aggiungere i capperi tritati, le olive, i pomodori secchi, mescolare bene, quindi condire con l’olio e aggiustare di sale se necessario. Per ultimo aggiungere il basilico tagliato finemente e la scorza di limone.

.

(7/continua)

Luca Camilli cuoco di cucina naturale salutare, dopo tanti anni trascorsi nei ristoranti d’Italia e d’Europa, si è avvicinato con curiosità alla cultura vegetariana e macrobiotica. E’ rimasto affascinato dalla semplicità, dalla bontà e dall’energia degli numerosi alimenti offerti generosamente dalla terra. Ama ricordare che «noi siamo quello che mangiamo».

TraTerraeCielo
TraTerraeCielo
Abbiamo la convinzione che il cambiamento del pianeta nasca all’interno di ognuno di noi, dall’attenzione che poniamo al cibo che scegliamo, dalla qualità delle relazioni che intratteniamo con il mondo esterno e con noi stessi/e, dal tipo di benessere che ci doniamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *