Pasqua in Marocco sull’Alto Atlante

La Festa di Primavera 2014 – La magia è qui
05/03/2014
Pasqua in Toscana, all’Argentario sull’isola che non c’è
07/03/2014

Pasqua in Marocco sull’Alto Atlante

Questo è un facile cammino da Taberkachte a Boutghrara nella Valle delle Rose e nella Gola d’Agouti e del M’Goun sul lato sud dell’Atlante. Siamo nella regione di Kalaa di Mgouna e Boumalen Dades a nordest di Ouarzazate. Vsitiamo sontuose Kasbahs di terra ocra e colorati giardini di rose e conosciamo le tradizioni berbere ospitati dai caratteristici rifugi (gîtes). Punti forti del viaggio sono l’architettura delle Kasbahs tradizionali e la scoperta della Valle delle Rose e delle gole del M’Goun.
 

GUARDA LA GALLERY

La guida Alì Daimin dice che…

questo è un viaggio speciale anche perché questa è casa mia. Sono nato nel deserto dove ho trascorso i miei primi sei anni di vita nomade. Sono andato alla ricerca della pace, della tranquillità e semplicità di vita, condividendo queste emozioni con altre persone per scoprire questi magici luoghi.

Il cammino con Le Vie dei Canti
19 – 26 aprile 2014

LEGGI LA SCHEDA COMPLETA

I sapori

Tajine, cous cous, datteri, miele, mandorle, ceci verdure cotte e crude, carne di pecora.
 

PRIMA DI PARTIRE

Da leggere

Tahar Ben Jelloun, Marocco, romanzo, Einaudi, 2010.
Se il Marocco fosse un libro dovrebbe saper raccontare il volto sfuggente di un paese che, con la sua luce abbagliante, si offre all’osservatore sempre di sbieco. Dovrebbe essere un libro nelle cui pagine accomodarsi come nelle stanze più intime di una casa. Dovrebbe essere un’opera inesauribile, capace di mischiare i generi fino a stordire il lettore, il visitatore, il viaggiatore attento. Grazie a Tahar Ben Jelloun, il Marocco è un libro. Da Tangeri a Marrakech, da Casablanca al Rif, il diario di un delicato viaggio sentimentale..

Da vedere

Il tè nel deserto (1990) di Bernardo Bertolucci, tratto dal romanzo dello scrittore Paul Bowles.
Basterebbe la citazione di Debra Winger per avere un’idea dei ritmi del film: “A volte penso che questo sia il nostro vero errore: credere di avere tutto il tempo che vogliamo”. Due giovani coniugi americani e un loro amico si recano nel Nord Africa. Partendo da Tangeri percorrono un lungo itinerario che li porta nei luoghi dell’Africa. Il viaggio rappresenta una vera e propria traversata della loro esistenza.

 

www.viedeicanti.it

TraTerraeCielo
TraTerraeCielo
Abbiamo la convinzione che il cambiamento del pianeta nasca all’interno di ognuno di noi, dall’attenzione che poniamo al cibo che scegliamo, dalla qualità delle relazioni che intratteniamo con il mondo esterno e con noi stessi/e, dal tipo di benessere che ci doniamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *