Capodanno da sogno sulla neve della Val Maira

Cambiare vita e lavoro, ecco come – LAP 584
24/10/2013
Capodanno intorno al Lago di Bolsena
26/10/2013

Capodanno da sogno sulla neve della Val Maira

In inverno la Val Maira è un sogno. Camminatore in più, camminatore in meno, incontriamo lo stesso numero di persone della Groenlandia. Immaginiamoci in cammino con le ciaspole, sulla neve, in mezzo al silenzio della natura vivida e parlante. Le passeggiate senza racchette ci conducono alla scoperta di chiese, santuari e antichi borghi in pietra con le loro storie e l’arte della valle. Conosciamo la cultura occitana e ammiriamo le curiose formazioni geologiche. L’arrivederci, infine, sarà dolce nelle gustose pasticcerie di Dronero.
 

GUARDA LA GALLERY

La guida Maurizio Barbagallo dice che…

la Val Maira è stata fortunata perché una serie di scelte fatte anni fa hanno pagato in termini di presenze di escursionisti, soprattutto stranieri e ora anche italiani, portando economia. Secondo me il modello è esportabile se si offre agli escursionisti la stessa qualità.

Il cammino con Le Vie dei Canti
30 dicembre 2013 – 4 gennaio 2014

Ciaspolate facili su piste battute o su neve fresca, senza pendii particolarmente ripidi. Camminate senza ciaspole su strade forestali.

Chi ci accoglie

La chiesa di Elva e gli affreschi di Hans Clemer, esponente della pittura gotico-fiamminga;
Donatella, esperta di lingua e cultura occitana;
Il Vallone di Unerzio;
Le impronte sulla neve;
Borgate sapientemente ristrutturate e… innevate;
I Ciciu del Villar con la sua riserva naturale.

I sapori

Antipasti alla piemontese, burro e formaggio di alpeggio, acciughe, raviolos, tagliatelle di grano saraceno, agnello sambucano, vini Dolcetto e Barbera, Barolo.
 

PRIMA DI PARTIRE

Da leggere

Dizionario Italiano-Occitano Occitano-Italiano, Rosella Pellerino +eventi, 2012.
Dopo anni di studi, ricerca e impegno per la diffusione e la valorizzazione della cultura occitana, è nato il primo vocabolario di lingua d’òc, a cura dell’Associazione Espaci Occitan, Regione Piemonte e della Comunità Montana Valle Maira. Regole generali, trascrizioni fonetiche, norme ortografiche e oltre diecimila equivalenze lessicali per potersi orientare nell’impiego dell’ortografia e del lessico dell’occitano alpino orientale e delle molte varianti locali.

Da vedere

Il vento fa il suo giro (2005) di Giorgio Diritti.
Girato interamente nelle valli occitane del Piemonte, un ex professore decide di trasferirsi con tutta la sua famiglia – una moglie e tre figli – in un paesino di poche anime, sulle montagne, per poter vivere secondo natura. Nella diffidenza generale, Philippe e sua moglie vivono di pastorizia, cercando di raggiungere quel difficile equilibrio con le cose del mondo e con gli anziani abitanti del posto. Budget di 480mila euro, attori non professionisti, dialoghi in tre lingue e un tema di grande attualità, il difficile inserimento di uno straniero.

 

www.viedeicanti.it

Tra Terra e Cielo
Tra Terra e Cielo
Abbiamo la convinzione che il cambiamento del pianeta nasca all’interno di ognuno di noi, dall’attenzione che poniamo al cibo che scegliamo, dalla qualità delle relazioni che intratteniamo con il mondo esterno e con noi stessi/e, dal tipo di benessere che ci doniamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *