Alla Festa vado a piedi sulle tracce di Shelley

Folk a Ferragosto – LAP 560
20/01/2013
E’ il tuo corpo che danza – LAP 561
06/02/2013

Alla Festa vado a piedi sulle tracce di Shelley

Il modo migliore per raggiungere la Festa del Camminare in programma Vicopisano dal 22 al 24 marzo? A piedi, naturalmente. Mente e gambe del viaggio di avvicinamento da Lerici sulle tracce del poeta romantico Percy Bysshe Shelley è Gianluca Bonazzi. Scrittore e raccoglitore di storie, si definisce un Don Chisciotte: un po’ folle, un po’ eroe, di certo pulito dentro. «C’è bisogno di recuperare il principio di relazione sia tra di noi che tra il camminare e la poesia – spiega Bonazzi -, intesa non come attività letteraria, ma come nuovo modo di guardare la vita».

Il cammino dura 6 giorni, dal 18 al 23 marzo, e inizia da Lerici, in Liguria, esattamente da quella Villa Magni, sul litorale di San Terenzo, che ha ospitato il poeta Shelley, la moglie Marry e la sua cerchia di artisti. Si raggiunge Luni, famosa per il suo anfiteatro, e si entra in Toscana. Prima Viareggio, poi il lago di Massaciuccoli, la città di Pisa e infine, adagiata su un colle alle falde orientali del Monte Pisano, il borgo medievale di Vicopisano. Nel corso di ogni tappa Bonazzi racconta la vita, la poetica e le relazioni con il mondo di Shelley e delle figure a lui vicine, come la contessina 19enne di Pisa Emilia Viviani, sua musa ispiratrice.

Il viaggio a piedi è aperto a tutti. Chiunque può unirsi per un chilometro o per l’intero percorso senza prenotazioni e costi d’iscrizione. Gianluca Bonazzi guida i camminatori, fa scoprire un pezzo d’Italia e fa innamorare di un grande poeta, e ognuno provvede in autonomia a vitto e alloggio.

 

Il viaggio sulle tracce di Shelley, in collaborazione con l’Arte della memoria, a cura di Rossella Faraglia, sarà pubblicamente presentato alla Biblioteca Comunale “Enzo Tortora” di Roma il 16 febbraio alle ore 10.30. A seguire visita al cimitero acattolico del Testaccio con letture di poesie di Shelley da parte dell’attore Aldo Cerasuolo.

Quello da Lerici non è l’unico viaggio di avvicinamento alla Festa del Camminare. Ne sono previsti altri quattro:
da Lucca, il 22 e il 23 marzo, “La rivoluzione a 3 km l’ora” con Riccardo Carnovalini, camminatore di professione e fotografo;
da Pisa, il 23 marzo, lungo l’Arno con Alessandra Buscemi, guida ambientale Escursionistica; Erika Orazzini, guida ambientale equestre, e due cavalli da soma;
da Altopascio, il 23 marzo, lungo la Via Francigena con l’associazione “I Pellegrini della Francigena”;
da Calci, il 23 marzo, fra rocche e monasteri con l’associazione Spazzavento.

Tutti i dettagli sulle tappe e le altre iniziative sono presenti sul sito ufficiale dell’evento www.festadelcamminare.it

TraTerraeCielo
TraTerraeCielo
Abbiamo la convinzione che il cambiamento del pianeta nasca all’interno di ognuno di noi, dall’attenzione che poniamo al cibo che scegliamo, dalla qualità delle relazioni che intratteniamo con il mondo esterno e con noi stessi/e, dal tipo di benessere che ci doniamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *