IL MONTE PIU' ALTO

Escursione sul Prado (LU)
sa 1 - do 2 novembre

 

COSA FACCIAMO

  • LEGGERE
  • Tra Terra e Cielo INFORMA:
  • - 2 newsletter (L'APpuntalapis e Vie dei Canti), 1 blog e un a-periodico di eventi e notizie nel settore della cultura olistica, del vivere naturale, delle vacanze e del viaggio

  • PARTIRE
  • Tra Terra e Cielo PROPONE:
  • 1 - soggiorni e vacanze al Mare e in Montagna curando l'alimentazione (locale, biologica, vegana, di ispirazione macrobiotica), le attività culturali e conviviali per grandi e bambini, la sostenibilità ecologica.
  • 2 - viaggi a piedi in piccolo gruppo e guidati in Italia e nel mondo. La guida ha sempre una storia da raccontare sull'itinerario.

Collabora con Tra Terra e Cielo

 139 visitatori online

Cerca per Periodo

Cerca un Articolo

La piscina? Meglio senza cloro

E-mail Stampa PDF
Scritto da: Redazione
piscina-senza-cloro.jpgEsiste un’alternativa alla piscina di cloro?
Ovviamente sì, sono le cosiddette biopiscine o piscine naturali. Anno dopo anno si moltiplicano e guadagnano spazio in Europa e nel mondo. Basta dare un’attenta occhiata in Svizzera e nel Nord Europa o, per non spingersi troppo lontano, perlustrare alcune zone del Trentino Alto Adige e della Toscana.
 
Quali sono i segreti?
Sono due, e neanche troppo segreti. Innanzitutto evitare l’utilizzo di strutture di calcestruzzo e, in seconda battuta, cambiare i metodi di depurazione dell’acqua. Ma, specifichiamolo subito, occorre rivolgersi a esperti del settore. I bioarchitetti, ad esempio.
 
Quale struttura scegliere?
Dopo gli scavi è preferibile scegliere il caucciù per la creazione di uno strato impermeabile. Occorre quindi ricoprire la guaina con ghiaia lavata e inserire la pompa per il riciclo dell’acqua. Accanto a questa vanno scelte con cura le piante acquatiche capaci di filtrare sostanze inquinanti e assorbire i composti organici tossici e i metalli pesanti. Un suggerimento? Ninfee, iris, tife e fiori di loto. Nascerà così un vero e proprio giardino d’acqua in cui nuotare.
 
Quali i vantaggi per l’ambiente?
Per prima cosa non sarà inferto alcun danno agli organismi che vivono nel terreno circostante. L’ecosistema realizzato sarà in equilibrio con la natura circostante e in grado di rigenerarsi secondo i ritmi naturali. E c’è anche un vantaggio: non occorre coprire la piscina d’inverno o svuotare il bacino ogni anno. Basta solo controllare le pompe e la pulizia del terreno e delle piante.

Ultimi articoli di: Redazione


  • Non ci sono commenti

Rilascia un commento


Venerdì, Ottobre 24, 2014
0
Termini e Condizioni.
Torna Indietro »

consorzio assicurativo etico socialeASSOCIAZIONE NAZIONALE CO.N.A.C.R.E.I.S.Turismo Responsabile